mercoledì 30 luglio 2014

Manuali per bibliofili : Antique Trader Book Collector's Price Guide

Richard Russell, Antique Trader Book Collector's Price Guide, 3rd edition, Krause Publications 2009 (immagine dalla mia collezione)

Una delle qualità che apprezzo di più del collezionismo librario anglosassone è la capacità di produrre questi straordinari repertori bibliografici, che mostrano quanto ci tengano davvero a fornire strumenti validi a chi volesse addentrarsi nel mondo delle prime edizioni. 
Questo che vi propongo è uno dei migliori (preferibilmente in questa terza edizione aggiornata) ed è una guida delle edizioni americane più rare o valutate, con tanto di stima minima e massima e in certi casi con foto della copertina originale.
Il fatto di essere illustrato è certamente un vezzo "in più" che manca ad esempio al nostro repertorio per eccellenza di prime edizioni italiane: il Gambetti/Vezzosi. E  lo rende molto più interessante e accattivante.
Del resto anche l'occhio vuole la sua parte.
Al Gambetti/Vezzosi manca pure tutto quello che non è "alta letteratura", o perlomeno quella che non viene definita tale. Quindi generi come fantascienza o gialli sono esclusi dall'elenco.
Davanti a un libro simile - che tra l'altro mi sono procurata a pochissimo prezzo in Internet - una appassionata come me può solo che iniziare a sognare: partendo dalle "classic rarities", cioè prime edizioni ad esempio di Fitzgerald o della Mitchell aventi alla spalle una solida tradizione collezionistica, per passare poi a rarità ed edizioni meno comuni o di nicchia, come il crime o la fantascienza o, ancora, a libri legati a temi particolari come la storia indigena dell'America.


Un'immagine dell'interno del libro

Sfogliandolo ho scoperto edizioni che mi erano sconosciute oppure che non credevo fossero così valutate, e ho appreso pure certe analogie con la nostra editoria. 
Ad esempio tra la collana degli anni '20-'30 dedicata al fantastico della nostra Sonzogno, che reca un'illustrazione lungo tutto lo spazio della sovraccoperta e una legatura in cartoncino rigido rosso, e le edizioni fantastiche autoedite da Edgar Rice Burroughs, come ad esempio Swords of Mars (valutato sui 1.000 dollari). Il confronto (vedi sotto) è davvero calzante e sicuramente il nostro editore ha preso spunto da Burroughs per pubblicare i suoi libri.
A titolo di curiosità, il libro di cui sotto di Roberto Mandel è uno degli esemplari più valutati.


Edgar Rice Burroughs, Swords of Mars, Burroughs, Tarzana, CA 1936 (immagine tratta dal libro di Russell)

Alcune rare edizioni autoedite di Edgar Rice Burroughs (immagine dal link)
Roberto Mandel, Il volo alle stelle, Sonzogno, Milano 1931 (immagine dal link)



One of the qualities of the Anglo-Saxon book collecting world I appreciate most is that they use to produce these extraordinary bibliographies, which shows how much they care about.
This is one of the best ones (preferably in this third revised edition) and is a guide of the most valued and rare American editions, with the estimation and in certain cases also with the picture of the original cover.
The fact that is illustrated is a thing that is missing in our repertory of Italian editions: the Gambetti/Vezzosi. And this makes the first one more interesting and capturing.
In that repertory are also missing the so-called "minor" genres like Science Fiction or Crime.
So in conclusion having this book in my hands - by the way that I paid really nothing on the Internet - is a real pleasure and makes me dream about many things: starting from the "classic rarities", say Fitzgerald's or Mitchell's firsts which already have a solid collecting tradition, to some uncommon rarities of Crime or Science Fiction. Or also about American history.
Browsing through it I discovered some editions I really didn't know they were so valued, and I also found some analogies with our books.
For example between our Sonzogno fantasy book collection from '20-'30, which have an illustration across the whole dust-jacket and a red hard binding, and the Edgar Rice Burroughs self-published fantasy editions, as say Swords of Mars (valued around 1.000 dollars). The comparison really is appropriate and surely the editor has been inspired by Burroughs's books.
Just a curiosity: the book by Roberto Mandel is one of the most valued books of the collection.

Nessun commento:

Posta un commento