lunedì 10 giugno 2019

Desiderata della settimana


Francesco Pecoraro, Dove credi di andare, Mondadori, Milano 2007 (immagine da amazon.itb)


A gentile richiesta, torno a parlare dei desiderata dei miei clienti. Libri che cercano da tempo, chiaramente fuori catalogo e “introvabili”.
Uno di questi è un Mondadori di 12 anni fa (!!), una raccolta di racconti per l’esattezza, scritto dal romano Pecoraro, classe 1945 architetto poeta e scrittore. Dove credi di andare risulta essere la sua opera prima.
“Racconti con protagonisti assoluti uomini di circa 50 anni, professionisti più o meno affermati. Uomini che provano la crisi, il rigetto, la stanchezza, anche la ribellione tardiva.” (recensione completa al link). 
Non vi incuriosisce?
Il secondo libro raro è più prevedibile, si tratta della biografia dei Jethro Tull: un gruppo musicale anni Settanta di rock progressivo, fondato nel 1967 dallo scozzese Ian Anderson. Mesi fa mi capitò di vendere un loro disco 45 giri a un prezzo piuttosto elevato.
Per quanto riguarda il libro, come sapranno i più esperti cacciatori di libri, le biografie e in generale tutto il cartaceo che riguarda i grandi cantanti è stato da sempre oggetto di collezionismo. La cosa strana è che il libro è uscito soltanto quattro anni fa ed è già di difficile reperibilità. Probabilmente a causa della bassa tiratura.


Greg Russo, Flying Colours. Il manuale dei Jethro Tull, Arcana Editrice 2015 (immagine da ibs.it)

martedì 4 giugno 2019

Nella moda ancora cartaceo

Hypebeast magazine. The Synthesis issue, #1, 2013 (immagine dal link)

Dopo i 30 inevitabilmente ti senti vecchio. Rispetto a mio cugino, che ha 18 anni, tutto mi sembra inespugnabile: il loro mondo, le loro mode, i trend. Eppure io ho sempre voluto essere sulla cresta dell’onda in quanto a tendenze; capire cosa va per poi sapere su cosa puntare come investimento o anche per semplice curiosità.
Qualche giorno fa sono riuscita a decriptare alcune parole chiave che il mio cuginetto aveva inserito su google dal mio cellulare: era senza batteria e voleva cercare delle scarpe su un sito di compravendita di abbigliamento. Una delle parole che aveva digitato era hypebeast. Cos’è questo termine sconosciuto? Mi sono chiesta. Non l’avevo mai sentito nominare, nemmeno di sfuggita. Com’era possibile?
Ovviamente non ho fatto domande, tanta era la vergogna, e una volta a casa ho fatto un po’ di ricerche. È emerso che si tratta di un termine per definire un’intera dimensione dei giovani d’oggi, una sorta di lifestyle mood. Hypebeast è una persona di sesso maschile che ama la moda e la segue in maniera ossessiva, acquistando soprattutto brand costosissimi. 
Un po’ come quelli che fanno le file davanti ai negozi Nike all’uscita di un nuovo modello di scarpa da ginnastica.
Ma non solo, Hypebeast è anche il nome di una rivista internazionale in cartaceo che li identifica, il cui numero 1, indovinate un po’, è già molto ben valutato nell’antiquariato. Del resto sono già passati sei anni dalla sua nascita, e qualcuno si sta accorgendo del suo valore.
Insomma, occorre sempre stare sul pezzo e osservare i giovani. Sono loro il nostro futuro!

martedì 28 maggio 2019

Collezionare autori contemporanei

Haruki Murakami, Hear the Wind Sing, Kodansha, Toky 1987 (immagine dal link)



Mi sto affannando a cercare questa prima edizione americana di uno degli scrittori contemporanei più noti al momento: Haruki Murakami. Di recente è stato inserito dal sito Ranker.com nell’elenco dei 10 più famosi scrittori al mondo.
Al primo posto ovviamente Stephen King, poi il nostro Murakami, al terzo Cormac McCarthy e solo al quarto la Rowling. Generi completamente diversi, certamente, ma tutti nomi che figurano in bella vista nelle librerie del mondo e sono gettonati nell’antiquariato. Basti pensare ai prezzi di Stephen King in Italia, o ancor di più in Inghilterra...
Tornando a Murakami, in realtà sto avendo un po’ di difficoltà a capire quale sia la “true first”.
Teoricamente dovrebbe avere la fascetta blu, mi ha spiegato un libraio, e infatti la pagina del copyright di questa copia che ho trovato online reca il numerino 2 e ha la fascetta gialla delle “later printings”.
L’edizione qui sopra, ad ogni modo, è in vendita a 200 dollari.

La prima edizione giapponese (dal link)


sabato 25 maggio 2019

Nuovo catalogo da Prospero Libri




Immagini dal link

Il nuovo catalogo della libreria Prospero di Parma si presenta colmo di novità e sorprese frizzanti! 
In primo luogo perché finalmente vedo apparire un’opera che ho cercato da anni e il cui esemplare qui proposto è arricchito da una bella e lunga dedica dell’autore: l’opera prima di Alessandro Piperno Proust Antiebreo. Vi ricordate che anni fa ne parlammo?
Praticamente introvabile!
Imperdibile, poi, la selezione di design e architettura, da Enzo Mari a Papanek e molti altri.
Per quanto riguarda il futurismo, invece, è da segnalare il “pezzone” di Marinetti qui riprodotto, il famosissimo Scatole d’amore in conserva.
Infine segnalo un’autrice di libri illustrati molto ricercata e ben valutata: Colette Rosselli. Meglio nota con il nome di Donna Letizia, della quale avrete sicuramente letto qualche scritto sulla rivista Grazia degli anni 50. Colette Cacciapuoti - questo il vero nome della scrittrice - fu moglie di Indro Montanelli.
Il libro in vendita da Prospero è Il secondo libro di Susanna.
I prezzi dei suoi libri editi da Mondadori tra gli anni 50 e 60 rrivano a 200 euro.

domenica 19 maggio 2019

Olaf Nicolai nella mia libreria



LABYRINTH – Ein Buch in vier Vorträgen, Olaf Nicolai & Jan Wenzel, Spector Books & Rollo Press (immagine dal link)

In un giorno come tanti, a metà mattina, un signore all’apparenza anonimo entrò nella mia libreria assieme a un amico.
Dopo circa un’ora da quando era entrato, mi accorsi di chi fosse veramente. E comunque soltanto dopo essersi presentato: “sono un artista. Faccio libri d’artista concettuali.” “Ah davvero? Come si chiama?”
“Olaf Nicolai.”
Cavolo, io ho già sentito questo nome! Ho pensato.
Davanti a lui inizio a googlarlo. Vedo foto di opere d’arte da lui realizzate in Germania, al MOMA di New York, in giro per il mondo. Citazioni come “one of the German leading artists”. Insomma, un nome che sì mi diceva qualcosa! L’avevo letto un sacco di volte su riviste di portata internazionale quali Parkett, ad esempio.
Solo nel pomeriggio, dopo essermi pentita amaramente di non avergli chiesto nemmeno una foto - ero emozionata, non riuscivo ad esprimere concretamente la mia sorpresa!! - gli scrissi una mail chiedendogli di inviarmi del materiale con autografo (anche a pagamento)... senza però nutrire alcuna speranza in merito. 
Invece, dopo un paio di settimane, ecco arrivare un pacchetto a mio nome con mittente Olaf Nicolai!
All’interno, i libri che vedete nella prima foto, un poster e una cartolina autografa. Oggetti che faranno una bellissima figura all’interno della mia collezione di arte contemporanea.

Se siete interessati ad acquistare qualcosa di suo, trovate molti libri d’artista editi dalle 150 alle 1500 copie alla volta e con prezzi ancora abbordabili. Per le sue stampe, invece, occorre spendere intorno ai 200/300 euro.

Cobalt of Oblivion (immagine dal link)

lunedì 13 maggio 2019

I Desiderata dei clienti

Paolo Rumiz, La linea dei mirtilli, Editori Riuniti (immagine dal link)

Come immagino tutti i librai d'Italia, anch'io ho i desiderata dei clienti annotati sopra alla scrivania. Libri introvabili, perlopiù moderni e fuori catalogo.
Ogni mese o due qualcosa riesco a trovare nelle case, altri rimangono "desiderati" per anni. Come è successo con L'età felice di Sigrid Undset di cui ho scritto un anno fa e che non è mai comparso sul mercato né presso la mia libreria.
Altri classici richiesti sono La linea dei mirtilli di Paolo Rumiz, un autore molto letto a Trieste o Il formaggio e i vermi di Carlo Ginzburg. Entrambi ristampati più volte in varie versioni, ma di difficile reperibilità.
Capita che richiedano anche romanzi di grandi scrittori, come ad esempio i bestsellers di Jean-Philipp Sendker editi da Neri Pozza, che si trovano con difficoltà, oppure alcuni titoli della amatissima Adelphi.
Per quanto riguarda alcuni libri, invece, mi chiedo come mai siano rari e se esistano altre persone che li cercano. Un esempio è costituito da L'italia delle conserve, un libro piuttosto raro sulle marmellate. Mai comparso sul mercato e ricercato da un mio cliente da un bel po'. 
I libri tecnici di qualità, si sa, fanno fatica ad essere ristampati anche se sono preziosissimi per chi li cerca.

Carlo Ginzburg, Il formaggio e i vermi, Einaudi, Torino 1976 (immagine dal link)
Luisa Cabrini, Fabrizia Malerba, L'italia delle conserve edito dal Touring Club Italiano

venerdì 10 maggio 2019

Avengers mania

Avengers, n.1 1963 (immagine dal link)

Vi confesso che sono andata a vedere anch'io gli Avengers... il film conclusivo di una delle saghe più viste nel mondo. L'ho visto a Parigi mentre pioveva, in un cinema enorme a Les Halles. Pianti della gente alla fine, attese infinite dopo i titoli di coda per vedere "se c'è un seguito".
Insomma, da non amante del genere mi sono divertita e pure commossa.
Perché bisogna per forza capire certe dinamiche, osservare da vicino certe passioni che hanno il potere di smuovere le masse.
A titolo di esempio, il numero uno del fumetto americano è stato venduto con la cifra record di circa 200 mila euro... e tutti i gadget, gli action figure e tutto ciò che riguarda la saga vendono benissimo e iniziano ad essere collezionati anche da noi. Basti solo seguire una delle tante aste Ebay e ci rendiamo conto del fenomeno. Qui sotto avete altro cartaceo al momento in asta con numerose offerte.

Avengers #684 - prima edizione, Marvel Immortal Hulk (dal link)

Jonathan Hickman, Avengers, Marvel vol.1, (immagine dal link)