giovedì 26 marzo 2015

Un introvabile "proibito" / A "forbidden"scarce book

Edwin Black, L'IBM e l'olocausto. I rapporti fra il Terzo Reich e una grande azienda americana, Rizzoli, Milano 2001 (immagine dal link)

Con questo "introvabile" oggi farò sognare i tanti appassionati di libri proibiti legati alla storia e ai suoi innumerevoli intrighi e misteri, in gran parte già menzionati da Simone Berni nel suo A caccia di libri proibiti vol. 1 : I nazi-fascisti e le scienze del terrore (Biblohaus, 2008).
Si tratta di un libro che svela un aspetto della tragedia dell'Olocausto che è sempre rimasto avvolto nell'oscurità: la sua procedura. 
Come spiegano in copertina, si è sempre parlato genericamente dell'efficienza della burocrazia tedesca, ma non ci si era mai interrogati sui metodi impiegati per identificare con tanta precisione le persone di ascendenza ebraica o per pianificare le deportazioni. 
Il saggio di Black mette in luce il ruolo determinante di un'invenzione americana, la scheda perforata (cosiddetta macchina tabulatrice di Hollerith, illustrata in copertina), e della società che, fin dall'avvento al potere di Hitler, aveva fornito la tecnologia delle schede, necessaria per censire gli ebrei tedeschi, l'International Business Machine: l'IBM. Questa organizzazione fornì quindi un grande aiuto a Hitler per il suo piano infernale e il fatto che sia americana inquieta e sconcerta non poco.

Già nel novembre 2011 il testo veniva registrato dal blog imulinavento come introvabile e ancora oggi non si trova, se non sporadicamente e a cifre piuttosto alte (90-150 euro). Nel web si vocifera che sia stato ritirato dal commercio perché "scomodo", pertanto potrebbe essere davvero raro.
Buona caccia!

english version coming soon...

5 commenti:

  1. Il libro di Black oltre ad essere molto raro (io ho dovuto sborsare 130 euro per una copia mint....) ha il notevole pregio di entrare in un campo scomodo della storia, l'idea che gli americani sapessero e anzi avrebbero contribuito in maniera determinante alla logistica dei campi di sterminio penso non sarebbe mai saltata fuori senza questo fondamentale saggio . Un must have complimenti per il blog !

    RispondiElimina
  2. Un gran bel libro, completo ed esaustivo su un lato (volutamente) oscuro della nostra storia. Cercato per molto tempo, quando poi l'ho finalmente trovato, beh... questa è un'altra storia; mi resta solo il rammarico che per una "scelta" sbagliata, alla fine ho perso libro e causa... Così è la vita... Aspetto il giorno in cui lo ritroverò, sperando che altre scelte non mi portino ancora una volta su una strada diversa da quella che mi ero prefissato... "errare humanum est, perseverare autem diabolicum"... ma alle volte si finisce per perseverare... Vedremo...

    RispondiElimina
  3. Trovate diverse copie del libro in questione!

    RispondiElimina
  4. Grazie dei commenti e dei complimenti, per ora non ci sono copie sul mercato. Staremo a vedere!

    RispondiElimina
  5. @Mario io lo cerco da un po' se vuoi segnalarmi dove phantomvintage@gmail.com
    Grazie !

    Bell' articolo e bel blog complimenti !

    RispondiElimina