lunedì 20 maggio 2013

Le rarità di Luigi Ontani / Luigi Ontani's rarities

Luigi Ontani, Acervus, libro d'artista, Dacic',

Tübingen (India)

1978 (immagine dal link)

Quando si parla di rarità bibliografiche legate all'arte contemporanea, è impossibile non citare quelle di Luigi Ontani.
L'arte di Luigi Ontani è contrassegnata dall'autobiografismo e dall'auto-citazionismo, spesso inserito in contesti orientali, nonostante sia nato a Grizzana Morandi, in provincia di Bologna. La sua immagine, proposta in molteplici variazioni e abbigliata in molteplici varietà di costumi, è sempre protagonista.

 DafEnigma, prima metà anni Settanta (immagine dal link)
OBL’io, 1997, fotografia su carta acquerellata Diam,
Courtesy Galleria Lorcan O’Neill Roma (immagine dal link)
Lo stesso discorso, ovviamente, vale anche per le sue produzioni librarie, come per il primo libro d'artista che ho inserito in questo post. Si tratta di un libriccino con immagini fotografiche che ritraggono l'artista nelle vesti di figure mitiche o storiche (in copertina impersona Dante Alighieri), alternate a immagini di perfomance a corpo nudo. 
L'aria d'Oriente, certamente dovuta al luogo di stampa del libro, è fortemente percepibile fin dalla scelta del colore della copertina, come nota Giorgio Maffei descrivendolo in un recente e importante catalogo collettivo (di cui parlerò presto). Il libro non è rarissimo - il numero di copie stampate ammonta a 2500 - ma le valutazioni sono sempre molto alte (intorno ai 300 euro).


Renato Barilli, Luigi Ontani, Galleria San Fedele, Milano 1970 (immagine dal link)

Molto più raro e stampato cinque anni prima, questo catalogo della prima significativa mostra personale dell'artista, che verrà successivamente allestita a Torino da Franz Paludetto e a Verona alla Galleria Ferrari. 
Cito dal commento dello Studio Bibliografico Marini, che l'ha posto in vendita: "L'Artista esponeva gessi colorati, oggetti di cartone scanalato da imballo e di gommapiuma rosa e azzurra. I colori prescelti per l'allestimento alludevano al maschile e al femminile e al gioco ambiguo dell'androginia." Al momento online vi è disponibilità di due sole copie, entrambe a 110 euro circa, con scarsa possibilità che ne appaiano altre in tempi brevi.


Luigi Ontani, L'Onfalomane, Galleria LP 220, Torino 1975 (immagine dal link )
idem come sopra

Il terzo e altrettanto raro libro di Ontani, curiosissimo e molto eccentrico, è L'Onfalomane, risalente sempre agli anni cruciali della sua carriera artistica. Uno straordinario catalogo-libro d'artista con numerose immagini di Ontani a piena pagina e testi poetici dell'artista, come quello riportato qui di seguito:


La mela, (pg. 9)
 
Mela-Mela-Stop
Stop dove?
(Carissimi
giovedì pomeriggio
contiamo di essere fra voi
baci a tutti)
Ecco libero d'attendere che l'anonimo mi interpelli
e guardando la vetrina
non vedrò ciò che espone
Io-Io-Stop
IMPOSSIBILITA' DI FAR SATIRA DI UNA REALTA'
CHE E' GIA' SATIRA?
Attenti al cane-Eroico cittadino
Assumere la propria responsabilità a tutti i livelli
Le pareti bianche da toccare col palmo della mano
Papaveriginestretorrentipioppirovidellemore
I bottoni binchi delle camicie celesti
purificato dalla permanenza in immaginaria prigione
caramelle per fumatori in scatola sigillata
cosa stanno facendo nel presente momento
gli amici del buon ladrone?
Dove attenderò domani?

(Il testo è tratto dalla pagina web del Centro d'Arte Contemporanea del Castello di Rivara - vedi link)

Le copie attualmente in vendita online sono due, entrambe a più di 150 euro (rispettivamente Abebooks e Maremagnum). Tuttavia, la probabilità che rispuntino altre copie è piuttosto alta, visto che il libro è stato stampato in 2000 esemplari.
Con questo breve post non ho voluto certo tracciare un panorama esaustivo della produzione libraria di Ontani, che si protrae lungo gli anni Ottanta e Novanta con non poco successo. Ho voluto soltanto indicare quelli che, secondo il mio modesto parere, sono i più interessanti e significativi.




When it comes to bibliographical rarities related to contemporary art it is quite impossible not to mention Luigi Ontani's.
Luigi Ontani's art is autobiographical and always self-citing, often in oriental contexts, although he was born in Grizzana Morandi, near to Bologna. He's image is always protagonist, proposed in many variations and with many costumes.
The same thing with his books, like the first I've put on this post. An artist's book where the author personifies many mythic and historic characters (on the cover he represents Dante Alighieri), alterned by images of nude performances.
The oriental athmosphere is perceivable, obviously related to were the book was published, especially in the choice of the cover, as noticed Giorgio Maffei describing it in a recent and important group catalogue
(about which I'm going to write soon). The book is not so rare - it was printed un 2500 copies - but its valuations are always very high (around 300 euros).
The second one I've put is more rare and it was published for his first significant solo-exhibition, which was organized again in Turin at Franz Paludetto's and in Verona at the Ferrari gallery. To use the same words of the Studio Bibliografico Marini, that is selling it: "The artist for that occasion was exposing coloured plaster works, objects realized with packing boxes material and pink and blue foam. The chosen colours were alluding to female and male universe and to the ambiguos joke of androgyny."
At the moment there are only two copies available online, both for 110 euros circa, and there are not many possibilities that another copy will appear soon.
The third and as much rare Ontani's book, very curious and eccentric, is L'Onfalomane, still from the same crucial years of his career. An extraordinary catalogue-artist's book with many Ontani's full-page photographs and poetical texts, as the one I'm quoting (look on top).
Currently on sale only two copies, both for more than 150 euros (at Abebooks and Maremagnum). Anyway, for the book was printed in 2000 copies, some new of them may appear on the market.
With this short post I didn't want to give a complete view of his books, which have been realized in 80s and 90s too. I just wanted to show the ones I consider significant and interesting.

1 commento:

  1. Molto interessante. Complimenti per il blog.

    RispondiElimina